cgil siena

Politiche abitative a Siena: SUNIA e CGIL chiedono al Comune di regolamentare il fenomeno degli affitti brevi.

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 12, 2024

Politiche abitative a Siena: SUNIA e CGIL chiedono al Comune di regolamentare il fenomeno degli affitti brevi.

I Sindacati: “Assistiamo ad un depauperamento della città”.

Siena, 12 luglio 2024 – Nei giorni scorsi è stato reso noto dal Comune di Siena come gli alloggi locati con finalità turistiche siano praticamente raddoppiati rispetto a 4 anni fa: 808 locazioni per il 2023, mentre erano 389 per il 2019.

Da tempo ormai il SUNIA e la CGIL denunciano come gli affitti brevi per locazione turistica siano entrati a gamba tesa nel problema di reperimento degli alloggi. Anche a Siena questa trasformazione negli affitti dello stock residenziale da parte dei proprietari ed investitori ha contribuito alla diminuzione dei residenti stabili nel centro storico e zone limitrofe a causa dell’aumento delle difficoltà per molti cittadini, studenti universitari e lavoratori, a reperire una casa, sia in affitto, sia in vendita, ad un prezzo accessibile. Le ricadute sono molteplici, in primo luogo per i pochi residenti rimasti, poi per il commercio al dettaglio, per i servizi di prossimità, per quelli alberghieri e per tutti quei lavoratori precari che sono coinvolti in questa filiera. Molte di queste persone si rivolgono giornalmente al nostro sportello raccontando la selva di difficoltà quotidiane in cui si muovono: dalla ricerca di annunci per alloggi introvabili fino a richieste pretestuose quali affitti per sole coppie, famiglie senza bambini, garanzie e garanti ulteriori rispetto alla busta paga.

Insomma gli affitti brevi non sono gestiti come problema urbanistico ed abitativo, siamo in assenza di una regolamentazione che preveda eventuali cambi di destinazione d’uso, limiti l’offerta di locazioni turistiche, come avviene ormai in altre città, distribuisca gli alloggi turistici anche in periferia in proporzione al numero di residenti e servizi. Per questo chiediamo, ancora una volta, alle Istituzioni preposte di lavorare in tal senso. E’ necessario regolare un settore in forte espansione perché Siena ha bisogno di un turismo di qualità e di un’offerta che venga coordinata con equilibrio. E’ evidente come la mancata pianificazione di questi anni e l’abbandono ad un liberismo sfrenato abbiano prodotto un’emergenza abitativa trasversale ai vari ceti sociali.

Per questo chiediamo che l’Osservatorio sulle politiche abitative istituito dal Comune di Siena fornisca dati ed elabori quelli necessari per analizzare attentamente il problema, per poi pianificare ed intraprendere iniziative concrete per far fronte allo spopolamento della città e mettere un freno ai prezzi degli affitti. L’Amministrazione ha promosso la misura relativa all’incentivazione del contratto a canone concordato che garantisce più tutele, ma non è sufficiente a tutelare chi ha più difficoltà economiche. Sappiamo da un’indagine del Sole 24 Ore che Siena nel 2023 ha visto 1.705 nuovi contratti, numeri che dovrebbero provenire dall’Osservatorio e non da un giornale, eccellenza nel settore ma che non rappresenta l’Ente titolare delle politiche abitative a Siena. Il canone poi incide ben oltre il 30% del reddito degli inquilini, a cui si sommano le spese energetiche e di gestione della casa, così rimane ben poco per vivere. A tutto ciò si aggiunge la scellerata scelta del Governo di non rifinanziare né il Fondo di sostegno all’affitto, né quello per la morosità incolpevole.

Il Comune di Firenze è impegnato con misure urbanistiche che vanno in una giusta direzione e che condividiamo. A fronte dei recenti rilievi di tipo procedurale posti dal Tar della Toscana in merito all’introduzione del divieto dell’uso per residenza temporanea e delle locazioni turistiche all’interno del nucleo storico UNESCO della città di Firenze, ci sembra quanto mai urgente affrontare la questione con interventi strutturali locali. A questo fine abbiamo chiesto alla Regione di rafforzare la normativa sulla pianificazione urbanistica (legge Marson) consentendo ai Comuni maggiori strumenti di regolazione e su questo punto SUNIA e CGIL Toscana hanno già presentato specifiche proposte rispetto alle quali attendiamo riscontro dal Consiglio Regionale e dalla Giunta Regionale.

E’ arrivato il momento per le Istituzioni di mettere in campo misure che contrastino il depauperamento abitativo e le sue ricadute sociali e sul tessuto economico e produttivo della città di Siena. Il Sindacato degli Inquilini ed Assegnatari e la CGIL sono pronti a fare la loro parte.

SUNIA e CGIL Siena

Argomenti: casa, CGIL, sunia |

Siena, operatori degli appalti di pulizia negli ospedali sul piede di guerra. I sindacati: “Con i tagli in sanità meno lavoro e meno igiene!”.

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 11, 2024

Siena, operatori degli appalti di pulizia negli ospedali sul piede di guerra.

I sindacati: “Con i tagli in sanità meno lavoro e meno igiene!”.

Siena, 11 luglio 2024 – Operatori degli appalti di pulizia negli ospedali sul piede di guerra. “Meno igiene, meno salute! Aumentano i carichi di lavoro e diminuiscono gli stipendi!” – denunciano FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL, FP CISL e UILTRASPORTI di Siena.

Le organizzazioni sindacali di Categoria Regionali hanno già proclamato lo stato di agitazione dei lavoratori “a causa delle disagiate condizioni lavorative dopo i tagli stabiliti dall’USL Toscana Sud Est e dall’Azienda Ospedaliera Universitaria Senese che hanno portato ad una riduzione dei tempi di lavoro, ad un aumento dello stress del personale degli appalti e ad una diminuzione della qualità del servizio”.

A seguito delle assemblee svolte con le lavoratrici e i lavoratori della CO.L.SER, Azienda che gestisce in appalto le pulizie al Policlinico Le Scotte di Siena e all’Ospedale Campostaggia di Poggibonsi, FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL, FP CISL e UILTRASPORTI denunciano inoltre “le difficili modalità lavorative e le precarie condizioni di sicurezza collegate anche agli strumenti di lavoro non idonei, nonché l’assenza delle fasce orarie nei contratti di lavoro part time così come previsto dalla normativa vigente e il CCNL di riferimento”.

“Le lavoratrici e i lavoratori dicono basta ad una condizione di lavoro che non tutela la salute e la sicurezza, né dei lavoratori né dei cittadini/utenti, – concludono i sindacati – qualora continuasse questa situazione saranno organizzate ore di sciopero e presìdi!”.

Argomenti: appalti pubblici, FILCAMS, sanità |

TAGLI E RIORGANIZZAZIONE CUP USL TOSCANA SUD EST: ENTRA IN CRISI IL TAVOLO CON I SINDACATI CONFEDERALI.

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 10, 2024

TAGLI E RIORGANIZZAZIONE CUP USL TOSCANA SUD EST: ENTRA IN CRISI IL TAVOLO CON I SINDACATI CONFEDERALI.

Siena, 10 luglio 2024 – Oggi si è svolto l’incontro richiesto all’Azienda USL Toscana Sud Est da CGIL, CISL e UIL e le categorie sindacali interessate di Arezzo, Siena e Grosseto in merito ai tagli, ai servizi CUP, a causa dei quali le cooperative che hanno l’appalto di gestione hanno già formalizzato una riduzione oraria e, in alcuni casi, dei licenziamenti di personale.

Le organizzazioni hanno unitariamente segnalato come la riorganizzazione dei servizi, anche quelli appaltati, siano oggetto di un protocollo che impegna l’USL al confronto preventivo con i sindacati che, nonostante le richieste e le ripetute sollecitazioni, si è svolto solo oggi, tardivamente e con le decisioni aziendali già formalizzate.

CGIL, CISL e UIL hanno rappresentato come il processo di riorganizzazione dei front office delineato stamani avrebbe necessità di un tempo di attuazione perlomeno che traghettasse l’attuale appalto in essere (fino al 2026) sia per mettere a terra tutti i progetti previsti in sostituzione agli attuali fronti office CUP e scongiurare il rischio di desertificazione dei servizi di accesso alla sanità nelle aree interne e rurali delle tre province che penalizza in particolar modo la popolazione anziana, sia soprattutto per mitigare il grave impatto di ricaduta occupazionale che questa scelta aziendale sta determinando, in settori peraltro che occupano per la maggioranza donne e soggetti fragili, spesso con part time involontari.

La Direzione Aziendale ha chiuso ogni porta al proseguo del confronto preventivo dichiarando che dal mese di agosto attuerà la riorganizzazione presentata. CGIL, CISL e UIL ritengono grave la scelta di proseguire nell’attuazione delle misure, sia per la frattura nelle relazioni sindacali che essa determina, sia per la contrazione dei servizi che produce, in un settore cruciale quale il CUP che rappresenta la porta di accesso alla sanità pubblica, in assenza di prestazioni alternative già completamente operative, ma soprattutto per la totale mancanza di responsabilità sociale da parte di un Ente Pubblico, governato dalla Regione Toscana, nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori che operano negli appalti e che garantiscono, con professionalità e impegno, da anni, i servizi ai cittadini.

CGIL, CISL e UIL chiedono con fermezza la riapertura del tavolo e metteranno in campo tutte le azioni necessarie al ripristino di un corretto sistema di relazioni sindacali e alla tutela dei servizi e del relativo personale.

CGIL, CISL, UIL Arezzo, Siena e Grosseto

Argomenti: CGIL, sanità |

“L’energia delle aree interne”, il 17 luglio iniziativa Cgil a Santafiora (Gr)

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 10, 2024

“L’#energia delle #AreeInterne – Nuove opportunità di sviluppo per occupazione, #economia#ambiente”: è l’iniziativa, organizzata da Cgil #Siena, Cgil #Grosseto e #Cgil Toscana, in programma mercoledì 17 luglio ore 10-13 a Santafiora (Gr) presso la Sala del Popolo del Palazzo Comunale (Piazza Garibaldi 25)

Argomenti: CGIL |

Oggi sportello Federconsumatori Siena chiuso

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 10, 2024

Attenzione!

Oggi lo sportello

della Federconsumatori di Siena

(La Lizza 11)

rimarrà chiuso. 

Argomenti: FEDERCONSUMATORI |

Patronato INCA CGIL: “Di lavoro ci si può ammalare!”.

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 9, 2024

Argomenti: CGIL, INCA, patronato, servizi |

Contributo affitto 2024 del Comune di Siena: domande entro il 18 luglio, assistenza del SUNIA nella compilazione della pratica.

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 8, 2024

Contributo affitto 2024 del Comune di Siena: domande entro il 18 luglio, assistenza del SUNIA nella compilazione della pratica.

Siena, 8 luglio 2024 – La domanda per il contributo affitto 2024 messo a disposizione dal Comune di Siena va presentata entro il 18 luglio, per l’assistenza nella compilazione è possibile recarsi al SUNIA Siena (Sindacato Unitario Nazionale Inquilini ed Assegnatari) presso la CGIL-Camera del Lavoro di Siena (La Lizza 11), su appuntamento chiamando il 3920170282 oppure inviando una email a sunia.siena@sunia.it oppure andrea.quadri18@gmail.com

I documenti necessari per la pratica sono: ISEE 2024, copia del contratto di locazione con registrazione all’Agenzia delle Entrate (se scaduto registrazione del rinnovo), se il proprietario non ha scelto il regime della “cedolare secca” copia del versamento dell’imposta di registro relativo all’annualità corrisposta, dichiarazione sostitutiva di atto notorio per i richiedenti che hanno ISE 0 o inferiore all’importo del canone di locazione (tranne se la somma dei redditi più il patrimonio mobiliare dichiarati nella certificazione ISEE non risulti superiore all’importo dell’affitto, copia documento d’identità, copia permesso di soggiorno (per cittadini extracomunitari).

Argomenti: casa, sunia |

Landini, cancellare l’autonomia differenziata. Depositato in Cassazione il quesito referendario abrogativo della legge Calderoli

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 5, 2024

Landini, cancellare l’autonomia differenziata. Depositato in Cassazione il quesito referendario abrogativo della legge Calderoli

Argomenti: CGIL |

Campagna FILCAMS CGIL “Mettiamo il Turismo SottoSopra” sul lavoro stagionale con il tour nelle Regioni: per la Toscana tappa a Siena il 12 luglio.

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 5, 2024

Campagna “Mettiamo il Turismo SottoSopra” sul lavoro stagionale con il tour nelle Regioni: per la Toscana tappa a Siena il 12 luglio.

Argomenti: FILCAMS |

Landini: “Questo governo non rispetta il sindacato. Il referendum cancellerà l’autonomia”.

By Ufficio Stampa CGIL Siena | Luglio 1, 2024

Landini a La Stampa “Questo governo non rispetta il sindacato. Il referendum cancellerà l’autonomia”

Argomenti: CGIL |

« Articoli Precedenti