cgil siena

Verso il 25 novembre: il percorso in Amiata Valdorcia dello SPI CGIL

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 16, 2018

Argomenti: 25 novembre, SPI |

Lavoro: Cgil, per crescere investire su lavoro stabile e di qualità

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 16, 2018

Lavoro: Cgil, per crescere investire su lavoro stabile e di qualità

da www.cgil.it

Roma, 15 novembre – “Il mercato del lavoro italiano fatica a consolidare una crescita dell’occupazione stabile, a causa anche di un sistema produttivo che non sempre affronta le nuove sfide, a partire da quelle tecnologiche, attraverso investimenti in innovazione ricerca e lavoro di qualità”. Lo afferma la segretaria confederale della Cgil Tania Scacchetti.
Per la dirigente sindacale “il boom dei contratti a termine (+28%) e il calo di quelli indeterminati (-1,7%) nel 2017, così come rilevato oggi dall’Osservatorio Inps sui lavoratori dipendenti, evidenziano le debolezze di un sistema che scarica solo sul lavoro la necessaria gestione della flessibilità richiesta dal mercato, spesso affrontata con ripetuti rinnovi di contratti precari”.
“Crescita, sviluppo e capacità di innovare il sistema produttivo non possono prescindere – sottolinea Scacchetti – da un forte investimento sul lavoro stabile e di qualità, e sulla valorizzazione e qualificazione delle professionalità”. “In questo contesto – conclude la segretaria confederale – risultano ancor più allarmanti le ultime dichiarazioni del ministro Centinaio sulla volontà di allargare l’utilizzo dei voucher nel turismo, un settore in cui il nostro Paese dovrebbe scommettere con serie politiche di investimento”.

Argomenti: CGIL |

25 novembre, ‘Donne libere dalla violenza nel lavoro’

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 16, 2018

Anche quest’anno, il 25 novembre, la Cgil insieme a Cisl e Uil celebra la giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne con lo slogan ‘Donne libere dalla violenza nel lavoro’.
“Anche se i dossier più recenti ci dicono che c’è un calo dei reati in Italia, la violenza sulle donne
purtroppo non accenna a diminuire. La violenza nei confronti delle donne, è bene ricordarlo, è una violazione dei diritti umani e una forma di discriminazione che comprende tutti gli atti di violenza fondati sul genere che provocano o sono suscettibili di provocare danni o sofferenze di natura fisica, sessuale, psicologica o economica, comprese le minacce di compiere tali atti, la coercizione o la privazione arbitraria della libertà, sia nella vita pubblica che nella vita privata (Convenzione di Istanbul)”, è quanto affermano i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Susanna Camusso, Anna Maria Furlan e Carmelo Barbagallo in occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.
“Sono tante, quasi nove milioni, secondo gli ultimi dati Istat, le donne che nel corso della vita hanno subito molestie sessuali: da quelle verbali a quelle fisiche, a quelle sul web. Molto diffusi – proseguono i dirigenti sindacali – i ricatti sessuali sul lavoro, anche se in larga misura sommersi. Uomini che chiedono prestazioni sessuali in cambio di un posto di lavoro o di un avanzamento di carriera, usando il potere e sfruttando la vulnerabilità di chi cerca un impiego o una promozione. Sebbene il fenomeno riguardi anche i lavoratori, sono le lavoratrici ad esserne maggiormente colpite”.
“Sono un milione e 173 mila le donne che hanno subito molestie o ricatti sul posto di lavoro durante la loro vita lavorativa, pari all’8,5% delle lavoratrici, nonostante l’obbligo da parte dei datori di lavoro di tutelare l’integrità fisica e morale delle/dei dipendenti. Ma solo lo 0,7% delle donne ha denunciato, per paura di perdere il lavoro e la vergogna di essere giudicate dalla società e dai familiari, per mancanza di fiducia nelle forze dell’ordine, perché pensano che sia meglio trovare soluzioni individuali. In tante – avvertono Camusso, Furlan e Barbagallo – preferiscono lasciare il lavoro o rinunciare alla carriera. Quella che avviene nei luoghi di lavoro è la forma di violenza in assoluto meno denunciata”.
“Tutto questo – avvertono – ci chiama in causa come organizzazioni sindacali, ed è su questo che vogliamo mettere l’accento quest’anno in vista della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le Donne, per portare alla luce – spiegano – quanto di nascosto ancora rimane e per proporci, attraverso le nostre strutture territoriali (sportelli, centri servizi) come interlocutori credibili per l’ascolto, la presa in carico e la gestione dei diversi casi di violenza”.
“Va in questa direzione anche il recepimento dell’Accordo Quadro Europeo contro le molestie e la violenza nei luoghi di lavoro, siglato nel 2016 da Cgil, Cisl Uil e Confindustria per promuovere nelle aziende la cultura del rispetto e aumentare la consapevolezza dei datori di lavoro, delle lavoratrici, dei lavoratori e dei loro rappresentati. Sono ormai centinaia nel territorio – fanno sapere i dirigenti sindacali – le declinazioni di questo accordo tra sindacati, aziende, enti pubblici, che lo hanno individuato come terreno di contrattazione, e che sarà importante estendere ulteriormente, rafforzare, implementare, per renderlo maggiormente efficace”.
“Anche le iniziative del movimento ‘#MeToo’ hanno rotto il silenzio, facendo emergere ricatti, molestie e violenza in alcuni comparti di lavoro, incoraggiando altre donne ad uscire dall’ombra per affrancarsi definitivamente dalla violenza. Ora è compito delle organizzazioni sindacali – ricordano – fare in modo che l’atto della denuncia attraversi tutti i contesti lavorativi fino a pervadere il mondo del lavoro nella sua totalità, non solo a livello nazionale ma anche internazionale, in linea con il nostro impegno a sostegno della proposta di Convenzione e Raccomandazione dell’ILO per dire ovunque ‘Stop alla violenza nei luoghi di lavoro’”.
“Il Manifesto unitario che abbiamo preparato per il 25 Novembre, ‘Donne libere dalla violenza nel lavoro’ e che farà da sfondo alle diverse iniziative che si stanno organizzando a livello locale – concludono Camusso, Furlan e Barbagallo -, vuole ribadire questo nostro impegno per fare dell’ambiente di lavoro un luogo sicuro e rispettoso della dignità non solo delle lavoratrici e dei lavoratori ma di tutte le persone che vi operano”.

Argomenti: 25 novembre, CGIL |

“L’ora di Legalità”, il bando della Cgil Toscana per le scuole

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 16, 2018

Torna “L’ora di Legalità”,

il bando della Cgil Toscana per le scuole:

 

finanziamenti fino a mille euro

ad ogni progetto

basato sulla cultura del lavoro dignitoso

e della legalità democratica

Argomenti: CGIL |

USL Toscana sud est: accordo con i sindacati su produttività, mensa e nuovo personale

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 15, 2018

USL Toscana sud est: accordo con i sindacati su produttività, mensa e nuovo personale
FP CGIL: “Abbiamo raggiunto importanti risultati”

Ieri, 14 novembre, è stata firmata un’importante intesa sull’erogazione della produttività per il personale dell’USL Toscana sud est per l’anno 2019.
Un lungo e complicato lavoro di trattativa con l’Azienda ci ha portati a concludere un accordo che mette in garanzia l’erogazione delle quote di acconto sulla produttività per tutto il personale, cosa che, trattandosi di quote variabili, non era affatto scontata…
Altra significativa intesa è stata raggiunta sulla mobilità esterna, che sarà gestita in due modalità: una riguarderà il personale specialistico, per il quale sarà previsto un colloquio con giudizio di idoneità; l’altra interesserà tutto il restante personale, per il quale sarà stilata una graduatoria in base a requisiti generali (es. anzianità).
E’ stato inoltre sottoscritto un regolamento aziendale sull’accesso agevolato alla mensa per tutto il personale in servizio, mantenendo anche la possibilità di fruizione per i lavoratori e le lavoratrici di Ditte e Cooperative esterne che operano per l’USL Toscana sud est, nonché per terzi soggetti purché in relazione con l’attività tecnico/sanitaria/assistenziale erogata.
Nella stessa tornata di trattativa abbiamo appreso con favore la comunicazione di riavvio delle procedure di arruolamento del personale, del quale, come ben sanno i cittadini e i lavoratori, c’e’ urgente bisogno…
La FP CGIL di Arezzo, Grosseto e Siena ringrazia lavoratrici e lavoratori, delegati, RSU che quotidianamente ci supportano, per il costante impegno e gli importanti risultati raggiunti.

FP CGIL Arezzo, Grosseto e Siena USL Toscana sud est

Argomenti: FP |

25 novembre: la violenza contro le donne non può essere pane quotidiano

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 15, 2018

Argomenti: 25 novembre, CGIL |

GSK Vaccines: riprenderà a breve il confronto sindacale sul tema dei precari

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 13, 2018

GSK Vaccines: riprenderà a breve il confronto sindacale sul tema dei precari
FILCTEM CGIL: “Il nostro obiettivo è la stabilizzazione”

Siena, 13 novembre 2018 – Dopo incessanti e ripetute richieste di riapertura di un confronto sul tema dell’utilizzo massiccio della forma lavorativa denominata ‘somministrazione’, recentemente la GSK Vaccines si è resa disponibile a riprendere il dialogo iniziato e poi interrotto a primavera.
Il confronto, che la componente FILCTEM CGIL della RSU ha fermamente richiesto, si concentra sul rivedere e migliorare un accordo aziendale già in essere che norma le forme precarie di lavoro: l’obiettivo è dare concrete prospettive di stabilizzazione – e quindi assunzione – alle dirette dipendenze dell’azienda farmaceutica.
Non è più tollerabile un turn over tra lavoratori precari per ricoprire la stessa posizione, così come non è più accettabile che ci siano ‘somministrati’ che prestano la loro attività in GSK – e prima ancora Novartis – da oltre 10 anni.
Siamo fermamente convinti che questa missione dei delegati sindacali impegnati al tavolo di trattativa sia l’unica strada per dare certezze ai lavoratori ‘in affitto’ che da troppo tempo non riescono a vedere la fine di una condizione che dovrebbe essere solo temporanea.
Cogliamo l’occasione per ringraziare il Consiglio della Regione Toscana che il 10 ottobre scorso ha approvato all’unanimità una mozione per chiedere e promuovere la riapertura del confronto tra le parti sindacali e l’Azienda.

Segreteria provinciale FILCTEM CGIL Siena

Argomenti: FILCTEM |

23 e 25 novembre: iniziative per la giornata internazionale contro la violenza sulle donne

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 13, 2018

Argomenti: 25 novembre, CGIL, SPI |

Concorso straordinario per docenti abilitati scuola primaria ed infanzia: venerdì assemblea FLC CGIL al Galilei

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 12, 2018

Concorso straordinario per docenti abilitati scuola primaria ed infanzia: venerdì assemblea FLC CGIL al Galilei

Siena, 12 novembre 2018 – Il 9 novembre è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il bando per il concorso straordinario per titoli ed esami per il reclutamento a tempo indeterminato di personale docente abilitato nell’insegnamento nella scuola dell’infanzia e primaria.
La FLC-CGIL di Siena organizza per venerdì 16 novembre, dalle ore 16.00 alle ore 18.00, presso l’aula magna del Liceo “G. Galilei” di Siena, un’assemblea per spiegare i dettagli tecnici del bando e illustrare la proposta formativa del sindacato per supportare tutti i docenti interessati nella preparazione alle prove concorsuali.

Argomenti: FLC |

Manovra: Cgil, inadeguata per lavoro e sviluppo

By Ufficio Stampa CGIL Siena | novembre 10, 2018

da fb CGIL Confederazione Generale Italiana del Lavoro

9 novembre 2018

“Sviluppo e lavoro sono due chiavi essenziali per far ripartire l’Italia, ma purtroppo le misure contenute nella legge di Bilancio non prevedono risposte, se non in maniera marginale, alle disuguaglianze sociali e territoriali, alla crescita della disoccupazione, in particolare giovanile e femminile”.
Oggi Gianna Fracassi della segreteria nazionale della Cgil è intervenuta in Commissione Bilancio di Camera e Senato per presentare le osservazioni della Cgil alla Manovra del governo per il 2019.
• pochi investimenti pubblici
• manca politiche industriali e si riducono le risorse per industria 4.0
• nulla per il Mezzogiorno
• sul fisco si vara l’ennesimo condono
• sia per il reddito di cittadinanza che per Quota 100 sono state stanziate solo le risorse, mancano ancora i decreti collegati che ne definiranno platea, parametri per beneficiare della misura, e modalità di erogazione
• niente rilancio dell’occupazione e poche risorse per i rinnovi contrattuali. Il piano di assunzioni si dimostra insufficiente

La Cgil nella piattaforma lanciata con Cisl, Uil indica le priorità e le proposte per rispondere alle necessità del Paese con politiche espansive finalizzate a trovare soluzioni alle profonde disuguaglianze, all’aumento della povertà, alla crescita della disoccupazione, in particolare giovanile e femminile.

Scarica il documento integrale
➡️ https://bit.ly/2DcWEVx

Argomenti: CGIL |

« Articoli Precedenti