cgil siena

La lettera di Susanna Camusso sul Fatto Quotidiano

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 29, 2015

Camusso_1729/07/2015 da www.cgil.it

Di seguito la risposta del Segretario Generale della Cgil, Susanna Camusso alla lettera aperta di Antonio Padellaro ai sindacati pubblicata ieri da ‘il Fatto Quotidiano’ Continua a leggere questo articolo »

Argomenti: CGIL |

Pensioni: se non hai riscosso la quattordicesima e ne hai diritto rivolgiti all’Inca

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 29, 2015

vol spi inca quattordicesima mensilita

PAGAMENTO SOMMA AGGIUNTIVA 2015

(QUATTORDICESIMA MENSILITA’)

 

AVVISO AI PENSIONATI

IMPORTANTE

Per maggiori informazioni

recatevi alla Camera del Lavoro CGIL

più vicina a voi!

Argomenti: CGIL, INCA, patronato, pensionati, pensioni, SPI |

Incidenti sul lavoro: “La questione delle buone pratiche è fondamentale”

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 28, 2015

Incidenti sul lavoro: interviene la CGIL

Il sindacato: “La questione delle buone pratiche è fondamentale”

Siena, 28 luglio 2015 – La CGIL di Siena lancia un grido di rabbia e di dolore su questa incessante, interminabile sequenza di infortuni in agricoltura nella nostra provincia che ha visto il suo culmine nella recente morte del lavoratore precipitato da un cipresso nell’azienda agricola Fattoria di Cusona di San Gimignano.

“Siamo in contatto con la famiglia del lavoratore fin da quando è accaduto il fatto” – spiega Paola Bittarello, Segretaria provinciale della FLAI CGIL – “e solo ieri il corpo dell’operaio è stato restituito ai familiari dopo le indagini della Procura, pertanto saremo al loro fianco per fare la massima chiarezza sull’accaduto”.

“Al tempo stesso – sottolinea la sindacalista dei lavoratori agricoli – siamo a richiamare, in generale, con forza, le responsabilità che sono in capo alle aziende, sia in termini di rispetto degli adempimenti previsti dalla legge e dai contratti, sia per quanto riguarda la sicurezza sui luoghi di lavoro. In questi ultimi anni il mondo agricolo ha visto un vero e proprio dilagare dell’utilizzo degli appalti ed un’ulteriore frammentazione del lavoro che rendono i lavoratori sempre più fragili e ricattabili, perciò più esposti, proprio a partire dalla sicurezza. E purtroppo le ricerche e le indagini effettuate nel nostro territorio, a partire da quelle dell’Università degli Studi di Siena, confermano questa grave tendenza”.

“Ma dobbiamo anche segnalare – conclude Bittarello – che da parte di qualche azienda l’attenzione sulla sicurezza sta invece crescendo, tant’è che nei mesi scorsi sono stati sottoscritti alcuni protocolli di buone pratiche su questo tema. Inoltre stiamo presentando alle controparti datoriali la piattaforma per il rinnovo del contratto provinciale dei lavoratori agricoli, in questa occasione sarà per noi prioritaria la costituzione degli RLST (rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza territoriale), fondamentale strumento per garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro”.

“La questione delle buone pratiche – spiega Martina Granai, Segretaria confederale CGIL – riguarda naturalmente tutti i settori, soprattutto quelli più a rischio come l’edilizia, campo per il quale è stato stipulato proprio un protocollo a livello provinciale (la ‘Buona Pratica di Casole d’Elsa’)”

“Questo tipo di accordi preventivi tra aziende, sindacati e istituzioni – aggiunge la rappresentante sindacale – deve essere diffuso in tutte le realtà lavorative e capitolati di appalto; la sinergia di tutti i soggetti coinvolti, a partire dalla medicina del lavoro per arrivare ai servizi ispettivi, gioca un ruolo fondamentale nella riduzione degli infortuni”.

Argomenti: CGIL, infortuni, sicurezza |

Rappresentanza: Cgil Cisl Uil e Cooperative firmano accordo

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 28, 2015

contrattiRappresentanza: Cgil Cisl Uil e Cooperative firmano accordo

28/07/2015 da www.cgil.it

Sottoscritto questa mattina da Cgil, Cisl, Uil e Cooperative il Testo unico sulla rappresentanza.

L’accordo ha lo scopo di misurare l’effettivo grado di rappresentatività delle organizzazioni sindacali firmatarie o aderenti al Testo Unico. Ciò avviene conteggiando il numero delle lavoratrici e dei lavoratori iscritti e dei voti riportati da ciascuna organizzazione alle elezioni delle RSU. La percentuale di iscritti ad ogni organizzazione sarà sommata alla percentuale dei voti riportati e poi divisa per due. Il valore così ottenuto indicherà il grado di rappresentatività di ciascuna organizzazione in ogni ambito contrattuale. Un valore che servirà a conteggiare quel 5% che dà diritto ad essere ammessi al tavolo contrattuale. Il CCNL sarà considerato valido solo se sottoscritto da chi rappresenta almeno il 50% + 1 dei lavoratori e, successivamente, dagli stessi approvato secondo le modalità stabilite da ciascuna categoria.

Argomenti: CGIL |

Scioperi: intervista di Susanna Camusso al ‘Quotidiano Nazionale’

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 28, 2015

Camusso_09Intervista di Susanna Camusso al ‘Quotidiano Nazionale’

28/07/2015 In un’intervista al ‘Quotidiano Nazionale’ il segretario generale della Cgil afferma: “sbagliati quegli scioperi, no a proteste tipo Pompei e Alitalia, ma Renzi strumentalizza. Il governo non tocchi i diritti dei lavoratori e sblocchi i contratti pubblici”

da www.cgil.it Continua a leggere questo articolo »

Argomenti: CGIL |

Lavoro: Cgil, dati dimostrano fallimento annunciato del Jobs act

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 28, 2015

Giovani_ombrelli_JobsActLavoro: Cgil, dati dimostrano fallimento annunciato del Jobs act

27/07/2015 Sorrentino: “Governo ne prenda atto e cambi politiche”

da www.cgil.it Continua a leggere questo articolo »

Argomenti: CGIL |

Camusso, la mia Cgil è pronta a firmare un patto a Pompei

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 27, 2015

Camusso, la mia Cgil è pronta a firmare un patto a Pompei

Camusso, la mia Cgil è pronta a firmare un patto a Pompei (Foto da yahoo.com) (immagini di Fabrizio Ricci)

Lettera del segretario al Corriere del Mezzogiorno: la protesta indetta da altri sindacati ha creato gravi disagi ai visitatori degli scavi archeologici, una figuraccia del nostro Paese nel mondo. Quello che serve è un piano organico e integrato

da www.rassegna.it Continua a leggere questo articolo »

Argomenti: CGIL |

Intervista di Susanna Camusso a ‘il manifesto’

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 27, 2015

Camusso_4Intervista di Susanna Camusso a ‘il manifesto’

25/07/2015 da www.cgil.it Continua a leggere questo articolo »

Argomenti: CGIL |

Per l’Europa: ripartiamo dal Manifesto di Ventotene

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 22, 2015

11403077_10153492976318988_1321832344108616478_nda facebook CGIL-Confederazione-Generale-Italiana-del-Lavoro

Nell’agosto del 1941, in pieno fascismo, in esilio nell’isola di Ventotene, Altiero Spinelli, Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni con Ursula Hirschmann, elaborarono un documento (il primo ufficiale) che prefigurava la necessità dell’istituzione di una Federazione europea dotata di un Parlamento europeo e di un Governo democratico con poteri reali in alcuni settori fondamentali come l’economia e la politica estera come argine ai totalitarismi e allo strapotere delle èlite conservatrici. Il titolo di quel documento che oggi conosciamo come Manifesto di Ventotene è Per un’Europa libera e unita. L’europa di oggi è lontana da quegli ideali di solidarioetà e democrazia. Austerità, rigidità, attacco ai diritti dei lavoratori non erano in quelle righe nè nelle idee degli autori del manifesto. Per noi l’Europa del Manifesto resta un obiettivo di democrazia e solidarietà. Oggi più necessario che mai. A settembre a Parigi, si terrà il Congresso della CES, la confederazione europea dei sindacati, che eleggerà l’italiano Luca Visentini segretario generale. Insieme vorremmo rilanciare il progetto dell’Europa di Ventotene, Per questo, all’Europa e ai suoi ideali originari, abbiamo dedicato i dibattiti di Cgil Incontri, l’annuale kermesse del lavoro che si tiene a Serravalle Pistoiese. Per questo venerdì saremo a Ventotene per rilanciare quelle idee e quegli ideali.
Per chi volesse leggerne il testo, il Manifesto è disponibile a questo link http://www.italialibri.net/contributi/0407-1.html

Argomenti: CGIL |

PENSIONI: I SINDACATI INCONTRANO I PARLAMENTARI SENESI

By Ufficio Stampa CGIL Siena | July 21, 2015

foto spi cgil siena a romaPENSIONI: I SINDACATI INCONTRANO I PARLAMENTARI ELETTI NEL TERRITORIO SENESE.

Siena, 21 luglio 2015 – Ieri i rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil Pensionati e Confederali di Siena, nell’incontrare i Parlamentari eletti nel territorio senese, hanno ribadito la necessità di intervenire sulla Legge Fornero per apportare le necessarie modifiche non solo a favore degli attuali pensionati ma, nell’equilibrio e nell’equità generale del sistema pensionistico, anche delle nuove generazioni e del futuro previdenziale dei lavoratori di oggi e di domani.

Nella sede della Camera del Lavoro di Siena sono infatti intervenuti i Deputati eletti nel territorio senese per un confronto in merito alla trasformazione in legge del decreto-legge 65, quello che dà applicazione alla sentenza della Consulta. Il punto su cui i sindacati insistono maggiormente è la necessità di “eliminare i danni causati dal blocco, non tanto chiedendo indietro la totalità degli arretrati, ma tramite un ricalcolo delle pensioni com’era prima che la Fornero lo modificasse”.

Cgil, Cisl e Uil hanno ribadito la necessità di un sistema previdenziale che guardi ad una maggiore giustizia sociale, che possa tutelare prima di tutto i redditi più bassi e le fasce dei pensionati socialmente in difficoltà.

Intanto continua il dialogo dei sindacati dei pensionati SPI CGIL, FNP CISL, UILP UIL con il Governo. Il tavolo di giugno con il Ministro del welfare Giuliano Poletti è stato molto positivo: “Da sempre chiediamo che si stabilisca un confronto permanente sul tema delle pensioni italiane che sono tra le più basse e le più tassate in Europa, a tal fine le organizzazione sindacali dei pensionati chiedono l’introduzione di un meccanismo stabile per il calcolo e che con le risorse degli arretrati che non saranno restituiti si possa costruire un fondo per i giovani, o comunque siano reinvestiti in previdenza sociale”.

I rappresentanti delle organizzazioni sindacali dei pensionati e i Parlamentari si sono lasciati con l’intenzione di dare continuità a questi incontri al fine di proseguire un confronto in merito al tema delle pensioni.

Argomenti: CGIL, pensionati, pensioni, SPI |

« Articoli Precedenti