cgil siena

Crisi: Cgil, in 10 mesi 940 mln ore di cassa, 540 mila lavoratori in cig

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 22, 2014

lavoratoreCrisi: Cgil, in 10 mesi 940 mln ore di cassa, 540 mila lavoratori in cig

22/11/2014 da www.cgil.it

Persi 3,6 mld di euro, -6.700 euro in busta. 12 dicembre sciopero generale

Poco meno di 940 milioni di ore di cassa integrazione, richieste e autorizzate, registrate nei primi dieci mesi dell’anno, di cui ben oltre la metà fatte di cassa straordinaria. Un monte ore di cig, fatto per oltre il 50% di cassa straordinaria a dimostrazione della natura strutturale della crisi, determinato da una richiesta media per mese che supera le 90 milioni di ore, ad un soffio per l’ennesima volta dal miliardo a fine anno, e che relega in cassa a zero ore circa 540 mila lavoratori da gennaio. Lavoratori che hanno subito un taglio del reddito pari a 3,6 miliardi, ovvero 6.700 euro netti in meno in busta paga per ogni singolo lavoratore. Questi alcuni dati del rapporto di ottobre dell’Osservatorio Cig della Cgil, frutto di elaborazioni delle rilevazioni sulla cassa condotte dall’Inps.

Secondo il segretario confederale della Cgil, Serena Sorrentino, “la recrudescenza della crisi, come emerge dai dati del rapporto, richiederebbe scelte politiche di tutt’altra natura: ‘Così non va’, per usare le parole che abbiamo scelto per lo sciopero generale che, insieme alla Uil, abbiamo proclamato per il prossimo 12 dicembre. Una mobilitazione – spiega la dirigente sindacale – che abbiamo promosso per indicare la sola via possibile per offrire una prospettiva al paese: il lavoro. Dobbiamo rimetterlo al centro della scena, così com’è stato per il 25 ottobre. Solo ripartendo dal lavoro, dal suo valore e dalla sua centralità, si può dare un senso ed una risposta alla diffusa richiesta di cambiamento che il Paese rivendica”.

Per Sorrentino, infatti, “la situazione sociale ed economica in cui versa il Paese, le scelte fallimentari del governo – dal Jobs Act alla legge di Stabilità, passando per i provvedimenti sulla Pa – insieme alla decisione di quest’ultimo di condividere a pieno le ricette di Confindustria e delle altre associazioni datoriali, impongono un vero e positivo cambiamento. Per questi motivi saremo in piazza il 12 dicembre, per questo continueremo la mobilitazione e la lotta per dare al paese la sola cura possibile: il lavoro, nel pieno dei suoi diritti e delle sue tutele”.

Dati cig ottobreContinua a leggere questo articolo »

Argomenti: CGIL |

X Conferenza organizzazione FISAC CGIL MPS: il documento conclusivo

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 22, 2014

FISAC_logoX CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE FISAC CGIL BANCA E GRUPPO MONTE DEI PASCHI DI SIENA

SIENA, 20 – 21 – 22 NOVEMBRE 2014

DOCUMENTO CONCLUSIVO

Le Delegate e i Delegati presenti alla X Conferenza di Organizzazione della Fisac-CGIL della Banca e del Gruppo Monte dei Paschi di Siena, assumono il Documento Preparatorio, la relazione del Segretario Generale della Fisac-CGIL MPS Antonio Damiani e l’intervento conclusivo del Segretario Generale della Fisac Nazionale Agostino Megale.

L’asservimento della politica allo strapotere di organismi finanziari transnazionali che determina lo scenario di perdurante crisi economica e di imposizione di pesanti politiche di austerity mette in atto un violento attacco ai diritti del mondo del Lavoro, ai livelli salariali ed occupazionali, alla qualità di vita delle persone, aumentando drammaticamente le disparità sociali.

È necessario che i Lavoratori ed i Cittadini siano posti in condizione di determinare il loro futuro attraverso la partecipazione attiva nei processi decisionali che generano ripercussioni sulle loro vite; è quindi improrogabile una rinnovata e concreta legittimazione della rappresentanza delle Parti Sociali. Continua a leggere questo articolo »

Argomenti: FISAC, MPS |

28 novembre: X TUTTI!

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 21, 2014

28

Argomenti: CGIL |

“Agroalimentare: il lavoro che vogliamo”: il 29 novembre manifestazione a Roma

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 21, 2014

vol agricoli 291114

Argomenti: FLAI, manifestazioni |

‘Così non va!': contro le scelte del governo e per le proposte sindacali

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 21, 2014

300x300

PER LE PROPOSTE SINDACALI su:

 

riforma della Pubblica Amministrazione,

Jobs Act,

Legge di Stabilità,

Politica economica.

Argomenti: CGIL, scioperi |

Enoteca Italiana: i lavoratori in sciopero da domani

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 20, 2014

filcamsEnoteca Italiana: i lavoratori in sciopero da domani

I sindacati: “Un quadro disarmante, indefinito, indefinibile e soprattutto inaccettabile”.

Filcams Cgil e Fisascat Cisl di Siena, le R.S.A. e i dipendenti di Enoteca Italiana hanno preso atto che:

–    l’assemblea dei soci dell’Enoteca Italiana del 17/11 è stata aggiornata al 1/12 senza nessuna decisione sul piano presentato dall’Amministratore dell’Ente;

–    nell’incontro del 19/11 tenuto con le organizzazioni sindacali l’Amministratore Benvenuti ha illustrato il “progetto” non approvato dai soci e dai sindacati (già da noi definito una sterile provocazione in un precedente incontro in merito);

–    il piano prevederebbe un taglio del 50% del personale, con lo scorporo dei debiti maturati che rimarrebbero in carico agli enti fondatori ed una gestione dell’attività affidata ad una non meglio precisata “società”di proprietà dell’Ente medesimo ma senza saper indicare con quali soci e quali risorse economiche: un quadro disarmante, indefinito, indefinibile e soprattutto inaccettabile.

Peraltro sulla nostra richiesta di concordare un piano di rientro degli stipendi maturati e non riscossi dai dipendenti l’Amministratore ha comunicato che non era in grado di dare risposte in quanto non era stato possibile discutere della questione con i soci. Fatto che a noi risulta francamente incomprensibile.

Pertanto le organizzazioni sindacali comunicano che dal giorno 21/11 i lavoratori dell’Enoteca Italiana entreranno in sciopero con relativa sospensione dell’attività lavorativa.

Lo sciopero è proclamato sino al giorno 1/12 compreso, allo scopo di sostenere le richieste avanzate da sindacati e lavoratori e ad oggi disattese:

 FILCAMS CGIL e FISASCAT CISL Siena

 Siena, 20 novembre 2014

Argomenti: FILCAMS, scioperi |

Elezioni RSU AVICOOP-GRUPPO AMADORI: grande successo della FLAI CGIL

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 20, 2014

flaiELEZIONI RSU AVICOOP-GRUPPO AMADORI: GRANDE SUCCESSO DELLA FLAI CGIL

Monteriggioni, 20 novembre 2014 – Grande soddisfazione della Cgil per il risultato riportato a seguito del rinnovo della Rsu della ex Pac, oggi Avicoop, di Monteriggioni, facente parte del Gruppo Amadori. La Flai Cgil ha ottenuto infatti oltre il 72% dei voti validi, rispetto al 18,5% della Uila Uil e al 9,5% della Fai Cisl.

I 6 seggi sono stati attribuiti secondo i regolamenti vigenti nel settore che ancora non ha recepito appieno il Testo unico sulla rappresentanza e sono andati 4 alla Cgil e 2 alla Uil.

Grande successo della lista Cgil, ma anche dei singoli candidati che hanno ottenuto molte preferenze.

Avicoop, azienda che fa macellazione e confezionamento dei tacchini, rappresenta, insieme a Floramiata, una delle più grandi realtà produttive del settore dell’agro industria senese; i lavoratori sono circa 240, di cui la maggior parte avventizi (200). L’80% degli occupati esprime una variegata multietnicità, con provenienze da Paesi comunitari ed extra comunitari.

All’interno della RSU ritroviamo ben rappresentati i lavoratori sia rispetto ai reparti produttivi dell’azienda che alla nazionalità. Su 6 delegati 4 sono donne.

Argomenti: aziende, FLAI, RSU |

‘Così non va!’. Sciopero generale CGIL UIL il 12 dicembre

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 20, 2014

Banner_sciopero_12_dicembre_2014‘Così non va!’. Sciopero generale CGIL UIL il 12 dicembre

20/11/2014 da www.cgil.it

» ASCOLTA: intervento Camusso
» Manifesto

Dalla data inizialmente prevista del 5 dicembre lo Sciopero Generale è stato posticipato al 12 dicembre. E a scioperare insieme alla Cgil ci sarà anche la Uil. Lo slogan scelto dalle due Confederazioni è ‘Così non va!‘ per esprimere contrarietà circa le scelte del governo e sostenere le proposte sindacali in merito alla riforma della Pubblica Amministrazione, Jobs Act, Legge di Stabilità e Politica economica.

L’astensione avrà durata pari all’intera giornata lavorativa per tutti i lavoratori pubblici e privati e l’organizzazione dello sciopero avrà carattere provinciale.

“Sui temi della legge di stabilità e del Jobs act abbiamo registrato un importante convergenza con la Uil e abbiamo convenuto di fare uno sciopero generale il 12 dicembre con manifestazioni territoriali, avendo fatto verifiche sulla data”. E’ quanto dichiarato dal Segretario generale della Cgil, Susanna Camusso. Nel suo intervento al XVI Congresso della UIL, Susanna Camusso ha poi aggiunto: “rassegnarsi ed aspettare non è la scelta che un sindacato può fare perché significherebbe essere parte del problema, invece noi siamo la soluzione”. La Cgil, ha proseguito Camusso “trova davvero irresponsabile che il governo sostenga e teorizzi che tutti i luoghi della mediazione sociali vanno cancellati” e rivolgendosi al Premier ha proseguito: “può stare sereno, non abbiamo il rimpianto della concertazione, oggi è meno comprensibile qual è la visione e il sogno del Paese” rispetto al ’90, “ma questo non significa poter dire che non c’è un luogo dove si contratta con i sindacati. Contrattare è un temine nobile”. Infine, il Segretario Generale della Cgil ha concluso con un “arrivederci al 12 dicembre”.


Argomenti: CGIL |

Lavoro: Camusso incontra Sel, convergenze su diversi punti

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 20, 2014

PalazzoLavoro: Camusso incontra Sel, convergenze su diversi punti

da www.cgil.it

19/11/2014 » L. Stabilità e Jobs Act: Camusso incontra Pd, nel pomeriggio confronto con Sel e Forza Italia

Proseguono gli incontri che la Cgil ha richiesto ai presidenti di tutti i gruppi parlamentari di Camera e Senato. Dopo quello di questa mattina con i capigruppo del Pd Roberto Speranza e Luigi Zanda, nel pomeriggio il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, insieme ad una delegazione della segreteria confederale, ha incontrato i capigruppo di Sel di Camera e Senato, Arturo Scotto e Loredana De Petris.

La Cgil, nel corso del confronto, ha espresso le sue preoccupazioni circa le scelte del governo e sull’andamento dei lavori parlamentari sui principali provvedimenti che interessano il lavoro, a partire dal jobs act e dalla riforma della pubblica amministrazione.

La Cgil ha riscontrato da parte di Sel attenzione e significative convergenze su diversi punti, in particolare sul tema dell’occupazione e sull’universalità delle tutele.

Nell’incontro la Cgil ha ribadito la necessità di un radicale cambio di impostazione della legge di stabilità, capace di dare reali prospettive ad una politica espansiva mirata alla crescita e alla creazione di lavoro. Si è inoltre sottolineata la necessità di una riforma della pubblica amministrazione che guardi ai cittadini e che coinvolga, attraverso l’apertura della contrattazione, l’insieme dei lavoratori pubblici.

Argomenti: CGIL |

Appalti: la proposta di legge della CGIL

By Ufficio Stampa CGIL Siena | November 19, 2014

Banner_appaltiAppalti: la proposta di legge della CGIL

da www.cgil.it

18/11/2014 » VolantinoManifestosintesi proposta di leggeAppalti: Cgil, serve cambio sostanziale, le proposte del sindacato

‘Gli appalti sono il nostro lavoro, i diritti non sono in appalto’ questo lo slogan della raccolta firme per la proposta di legge di iniziativa popolare avanzata dalla CGIL su ‘Garanzia dei trattamenti dei lavoratori/lavoratrici impiegati nelle filiere degli appalti pubblici e privati, contrasto alle pratiche di concorrenza sleale tra imprese e tutela dell’occupazione nei cambi di appalto’. Un testo la cui stesura ha visto il coinvolgimento delle categorie più direttamente interessate ed il contributo dell’Ufficio Giuridico Cgil.

Una iniziativa che, spiega la Confederazione “è parte integrante e significativa di una strategia inclusiva e di lotta al precariato, che vuole essere uno degli assi centrali della politica contrattuale e per lo sviluppo”, e attraverso la quale la Cgil intende contribuire al lavoro parlamentare sul recepimento delle Direttive Europee in materia di appalti, che porterà alla riscrittura delle norme in materia. “Lo scopo – spiega la CGIL – è di ripristinare una piena garanzia di trattamenti dei lavoratori, attraverso la responsabilità in solido del committente, modificando, quindi, la norma della Fornero che era intervenuta negativamente”.

La tutela dei trattamenti retributivi e previdenziali dei lavoratori attraverso la responsabilità in solido; il contrasto all’illegalità e alle infiltrazioni malavitose, con la reintroduzione degli indici di congruità a garanzia dei livelli occupazionali; il contrasto al massimo ribasso e la reintroduzione del rispetto della clausola sociale nei campi di appalto; l’esclusione dalle procedure di appalto delle imprese che abbiano violato gli obblighi contrattuali. Questi in sintesi gli obiettivi contenuti nel testo della proposta di legge.

Il tutto nella consapevolezza che il punto dirimente rimane la “frontiera della legalità e della lotta alla penetrazione malavitosa nell’economia”. Anche per questo, il lavoro della Cgil sugli appalti è parte della campagna che il sindacato guidato da Susanna Camusso ha lanciato sulla legalità ‘Legalità: una svolta per tutte‘.


Allegati:
 All.5_Testo_ddl_con_relazione_di_accompagno.pdf
 Vademecum.pdf
 All.1_modulo_raccolta_firme_appalti.pdf

Argomenti: CGIL |

« Articoli Precedenti